Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /www/htdocs/w007cdde/annejuds.com/plugins/system/t3/includes/menu/megamenu.php on line 137
Scuola dell'infanzia e scuole elementare

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /www/htdocs/w007cdde/annejuds.com/libraries/cms/application/cms.php on line 464

 .... ballare - creare - giocare – imparare … !!

 L'ultimi percorsi svolti:

"circondare-incontrare-intrecciare"   -  Scuola dell'infanzia Anna Frank, Reggio Emilia (2016)

"lento-veloce" progetto MUSE trattando la "Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza" di L.Sepulveda - Scuola primaria G. Carducci, Reggio Emilia (2016)

“Calvacando l'arcobaleno”  -  Scuola dell'infanzia Arcobaleno, Bomporto (2014)

“il Circo magico”  -  Scuola dell'infanzia Villagio Artigiano, Modena (2013)

“Danza e Natura”  -  Scuola dell'infanzia Edison, Modena (2013) e Scuola dell'infanzia Paulo Freire, Reggio Emilia (2011)

“Primavera”  -  Asilo Nido Mo.Mo, Modena (2012)

 “Autunno”  -  Scuola dell'infanzia La Madonnina, Modena (2011)

La danza riempia con gioia e la serenità è il fonte di tutta la crescità.

La danza creativa/educativa stimola la fantasia e l'immaginazione,

è qui che si trova il potenziale per lo sviluppo psicofisico del bambino.

Spontaneamente emerge l'espressione corporea naturale che cresce attraverso suggerimenti

e impulsi mirati da parte dell'adulto.

Le capacità creative proprie del bambino vengono comprese, sostenute e portate ad ampliare il vocabolario

di movimento e la coordinazione motoria ai fini di creare danza.

L'attenzione viene guidata inoltre all'interagire nel gruppo in modo che il bambino cresce nella sua coscienza

dei propri azioni in relazione con gli altri.

La musicalità del bambino viene stimolata attraverso filastrocche, canzoni, strumenti ritmiche e

l'uso di musica adatta al periodo evolutivo.

I percorsi vengono integrati nei loro contenuti e forme attraverso un confronto con gli insegnanti di classe

al fine di uniformarli alla programmazione di classe ed ai bisogni del gruppo. Di conseguenza i percorsi elencati

sono da vedere come indicazioni di massima ed esempi. 

 

proposte

Laboratorio 1 - “io” nel mondo

Laboratorio 2 - tra realtà e fantasia

Laboratorio 3 - Feste e stagioni

Laboratorio 4 - Storie e Libri

Laboratorio 1 - “io” nel mondo

esempio 1: “danza e natura”

il percorso trova la sua ideale realizzazione all'aperto: in un parco, un prato o simili. Il punto di partenza

è la percezione sensoriale del bambino che rende possibile l'imitazione, la presa di contatto e la reazione a piante,

animali, materia ed elementi. Gli obiettivi sono l'esperienza e la comprensione del rapporto tra l'uomo e la natura,

tra il movimento naturale e la danza, tra il rumore e i suoni della natura e la musica così come i principi comuni del nascere,

crescere e morire. Il lavoro sulla danza si concentra sui livelli, la simmetria e l'asimmetria dei movimenti e delle forme

così come l'essere attivi o passivi all'interno di dinamiche a due o di gruppo.

L'accompagnamento musicale è composto da: voce, strumenti ritmici e percussione, flauto traverso.

I bambini imparano una “danza della pioggia” che combina sequenze ballate e sequenze di percussione con bastoni su tronchi.

Oggetti/materiale: bastoni per la percussione, sassi, foglie ...

esempio 2: "circondare - incontrare - intrecciare"

La capacità del bambino di relazionarsi con gli altri bambini della sezione viene stimolato e sviluppato.

Il lavoro si svolge tramite immagini, elementi ed oggetti della natura. Il percorso prevede tre passi:

Il primo passo propone l'attività del "circondare"; per esempio la danza del vento che muove i rami degli alberi

o la danze giocosa della volpe che circonda un tronco caduto.

Il secondo passo guida i bambini all'incontrarsi sia in coppie, sia in piccoli gruppi ed anche con tutti. Il momento dell'incontro

chiede attenzione, rispetto e coscienza del proprio corpo e quello del partner; un esempio è "il tango delle schiene, dei nasi, delle mani, dei piedi ...".

Il terzo passo aumenta la richiesta alla capacità di orientarsi nello spazio con il proprio corpo ed in relazione con gli altri.

I bambini sperimentano modi di muoversi insieme. Per esempio "la strada sopra-sotto", "il tunnel senza fine", "il doppio rotolo"...

Laboratorio 2 - tra realtà e fantasia

esempio 1: il circo magico

il mondo reale è punto di partenza del viaggio nel fantastico mondo del circo. Il percorso oscilla sempre tra esperienza reale e propria

del bambino e fantasia: dalla noiosa coda da prendere i biglietti all'imitazione dei popcorn scoppiettanti e dello zucchero filato con i fili senza fine.

Sulla pista del circo i bambini divengono danzatori sulla corda, il pagliaccio più veloce del mondo, un mago che muta i bambini in statue di pietra,

in un gatto nero o in piume colorate....

le qualità del movimento (lento e veloce, pesante e leggero, dritto e flessibile) insieme alle direzioni, le forme e le formazioni in gruppo

saranno alla base del lavoro sulla danza.

Esempio 2: cavalcando l'arcobaleno

punto di partenza è il fenomeno dell'arcobaleno e l'esplorazione dei suoi colori. Il percorso è basato sui immagini e la storia del libro

“Anna cavalca l'arcobaleno”. La bambina incontra la fata dell'arcobaleno che la fa immergere in un paese delle meraviglie.

Il suo viaggio la porta nel paese rosso dove vola sulle farfalle rosse, nel paese verde dove salta e ride con un pappagallo impazzito,

nel paese giallo dove regna un leone con uno specchio, ….

Ogni colore viene dimostrato usando oggetti e materiali adeguati al paese tratto.

Anche in questo percorso l'uso delle qualità dei movimenti e i livelli dello spazio sono centrali. Si presto molto per creare uno spettacolo del fine anno.

Oggetti/materiale: foulards leggeri per disegnare i colori dell'arcobaleno in aria

Laboratorio 3 - Feste e stagioni

esempio: inverno - acqua, ghiaccio e neve

i bambini vengono condotti con l'immaginazione nel mondo dell'inverno. Da un lato nel ruolo di “bambini che giocano nella neve”

dall'altro nell'immedesimazione delle caratteristiche invernali: identificandosi con la leggera e magnifica danza dei fiocchi di neve,

danzando nello scorrere o il congelarsi dell'acqua....

i punti di interesse sono : la tensione e il rilassamento dei muscoli e la differenziazione di movimenti legati staccati ai quali si aggiungono

un lavoro sui diversi livelli e improvvisazioni in coppia.

Percorsi alternativi:

  • carnevale: "Arlecchino festeggia il carnevale"

  • primavera: "svegliamo la Primavera!"

  • estate: "sopra e sotto il mare"

  • autunno: "lo scoiattolo “Zinnober”

Laboratorio 4 - Storie e Libri

Il tema del percorso viene trasmesso tramite una storia, un racconto ed anche gli illustrazioni di un libro.

Alcuni passaggi del loro vengono letti ed immagini dimostrati, contenuti verbalmente discusso per sviluppare e creare la esperienza fisica,

espressiva ed emotiva con la danza.

 

alcuni esempi:

"Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza" - Luis Sepulveda

"Momo" - Michael Ende

"Pinocchio" Carlo Collodi, Francesca Rossi

"Una canzone da orsi" - Benjamin Chaud

"La strega Rossella"  - Julia Donaldson, Axel Scheffler

"Pipi Calzelunghe" - Astrid Lindgren

"La regina della neve" - Hans Christian Andersen